#Penetralia #day67

 


come il dieci la mia vista
è un perenne ricominciare
un numero in globalità
per rammentarmi dei miei cerchi
dentro il tronco nascondo un messaggio
proviene dal dio delle piogge
sostiene che la trektys pitagorica
non spieghi le impurità del cuore
i recinti in cui l’anima si perde girovaga
errabonda come goccia su foglia
che rotola di sotto
con la sola forza del trascorrere

dentro ai tuoi occhi
l’invasione delle rane
dentro i miei anfibi
la grandine uccide i raccolti
accanto a me
le mosche velenose invadono
l’ombra della mia immaginazione:
domani sarà undici
o uno soltanto?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...