Dekreviews #2 “Cose preziose” di Stephen King

“Vendere l’anima al diavolo” è dalla notte dei tempi l’espressione di corruzione per antonomasia, ma quando l’anima è svenduta accessoriamente a un traguardo materialistico, allora la faccenda si complica e possono nascere incantevoli risvolti psicologici. Lo sapeva bene il King di Needful things, romanzo del 1991 che faceva del monito ‘caveat emptor’ la trama massiccia di un tomo non indifferente per pagine e descrizioni. Troppe, quest’ultime, come sempre croce e delizia del re dell’orrore, come sempre essenziali per alcuni, evitabili, almeno qualcheduna, per il sottoscritto. Perché se è vero che è divertente imbarcarsi per spirali che culminano sempre a un passo dal traguardo senza mai rivelarlo del tutto, alla lunga è stancante conoscere ogni psicologia immaginabile di ogni abitante di Castle Rock, città che viene sconvolta dall’arrivo del demoniaco venditore Leland Gaunt. Un cattivone, sia ben chiaro,creato al solito magistralmente, una presenza inquietante come la metamorfosi di Seth Brundle ne La mosca di Cronenberg. E questo, si sa, è il fiore all’occhiello delle narrazioni made in Maine del componente dei Rock Bottom Remainders. Una lettura consigliata, in vista degli ombrelloni o ancora meglio: in vista di un diversivo dagli europei di calcio. Tanto King non ha bisogno di descrizioni, ci pensa già lui a fornircene abbastanza. 7,5/10

Annunci

4 pensieri su “Dekreviews #2 “Cose preziose” di Stephen King

  1. Ciao Franco! Che piacere risentirti! Tra tutti questi punti esclamativi ti dico che ho ascoltato Pipilotti Rist e sto preparando un articoletto su di lei. Mi piace moltissimo, grazie mille per avermela fatta conoscere. E’ interessante il suo percorso nella videoarte e soprattutto più che gradevole l’uso che fa del suo organo vocale. A presto, Franco.

    Mi piace

    • Ero titubante anch’io, soprattutto perché crescendo ho sempre meno tempo per i “mattoni” e King è raro che scriva meno di 500 pagine, dunque praticavo il tuo stesso esercizio. Poi il mio ragazzo me l’ha regalato e allora l’ho letto e non mi è dispiaciuto affatto.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...