Il Veliero si ferma qui.

Ben trovati, naviganti

Sarò conciso come mai sono stato in tutta la mia vita: sono ormai mesi che il Veliero parte e attracca con micidiale incostanza, mesi che per quanto io tenti e ritenti, sono stati predominati dall’assenza e dal silenzio. Motivo per cui, per una questione di correttezza, mi sento in dovere di comunicarvi che il Veliero, in qualità di podcast, non si ripeterà. Non ci sarà una seconda stagione e anche il blog, così come lo avete sempre trovato, subirà modifiche. Mi dedicherò, infatti, esclusivamente alle recensioni di libri e film.

Ma non è triste come sembra, affatto! Mi potrete sempre leggere nelle incursioni dedicate alla bellezza per il progetto di Barbara Favaro Visions make Beauty e inoltre, come recensore fisso,mi ritroverete nel magnifico contenitore multimediale di musica che è StandOut, una webzine che è nata da poco e che avrà bisogno di tanti lettori speciali come voi. Mi raccomando!

Siete stati e siete ancora una carezza al mio animo. Mi auguro potrò continuare a interessarvi condividendo i miei punti di vista.

Il Capitano.

Annunci

La gratitudine di Franco Gobbetti

E’ stato meraviglioso, leggere il ringraziamento di Franco Gobbetti per la recensione di Moltitudine Sola. Ve la posto per spirito di condivisione e per commozione.

 

Ciao Aldo, salve capitano, scusami l’invasione di campo ma volevo ringraziarti per la bella recensione al mio libro di poesie MOLTITUDINE SOLA che hai pubblicato qui sotto qualche giorno fa. Evidentemente la stima e la sensibilità ci hanno e ci stanno accomunando in una condivisione positiva che matura buoni frutti. Il nostro Monte Palomar nonostante la sua aridità riesce a produrre buoni momenti mostrandoci costellazioni, stelle e purtroppo anche molti buchi neri e vuoto siderale. In questo territorio che assomiglia sempre più ad una “terra di nessuno“ è comunque nata e sta crescendo una piccola ma significativa amicizia che profuma di bar ma soprattutto di umanità, viva cultura e poesia. Quindi ancora grazie per la gradita sorpresa e per il gratificante dono che hai voluto farmi. Spero di meritarmelo così come speriamo di meritarci un angolo d’umanità e di buona poesia. Chiudendo ti saluto con la speranza e il desiderio di rivederci presto…

Passing through Air

In this muffled night I keep thinking on you, sitting on the top of my favourite sounds. The ones that never stop knocking at my perception, roughly expecting me not to tell them they’re cumbersome. I don’t belong to this body, I’ve always been deeply aware of my truthful roots.. Bones and saliva don’t suite me. I’m a stave of dynamite trips, always trotting to the weirdest direction. Come back to my shadow. I need your barefoot soul.